Come riparare un cavo di corrente danneggiato

Può capitare che un filo elettrico si spezzi, magari proprio in un giorno festivo quando non si ha la possibilità di chiamare l’elettricista. Come fare, allora? Semplice: lo si ripara da soli!

Per tale motivo vedremo insieme passo dopo passo in questa guida come fare in tutta sicurezza a riparare i più comuni elettrodomestici. In questo periodo di crisi risparmiare soldi è importante. Riparando la parte danneggiata di un cavo, si risparmia la chiamata del tecnico o addirittura la sostituzione dell’intero elettrodomestico.

Come Riparare un Filo spezzato
Come Riparare un Filo spezzato

Assicuratevi di avere in casa: forbici, nastro isolante, pinze isolanti.

Come prima cosa, è molto importante assicurarsi che il filo sia staccato dalla presa, in modo tale da poter lavorare in tutta sicurezza.

Afferrate l’estremità da collegare e, facendo grande attenzione a non tagliare il filo stesso, tagliate il rivestimento.

Proseguite eliminando l’involucro esterno: disponete il filo nella morsa delle pinze isolanti, piegatelo ad angolo retto e sfilate il rivestimento tirandolo con le pinze isolanti.

Così facendo mettete a nudo le due matassine di rame conduttore.

Aiutandovi con le pinze, torcete singolarmente ciascuna delle due matassine e intrecciatele con quelle dell’altra estremità da collegare.

Proseguite incidendo per il lungo le due anime del filo e, tenendole divise, avvolgetele all’involucro; infine rivestitele di nastro isolante. Fate attenzione a che le due treccine dello stesso filo non si tocchino mai.

Adesso che avete terminato, potete ricollegare il filo elettrico alla presa.